Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Ricevimento del 18 aprile 2018 a seguito della proiezione dello spettacolo “Michelangelo e i segreti della Cappella Sistina”

Data:

24/04/2018


Ricevimento del 18 aprile 2018 a seguito della proiezione dello spettacolo “Michelangelo e i segreti della Cappella Sistina”

Il 18 aprile 2018 si è svolto, nella suggestiva cornice di Palazzo Borromeo, un ricevimento a seguito della proiezione dello spettacolo innovativo e unico: “Michelangelo e i segreti della Cappella Sistina”, ideato da Marco Balich.

Lo show, che è stato inaugurato il 15 marzo 2018 e che prosegue le rappresentazioni quotidiane al Teatro Auditorium della Conciliazione, mira a coinvolgere con linguaggio moderno e con tecnologie innovative anche i giovani, riuscendo a trasmettere la bellezza e l’unicità di uno dei capolavori dell’arte universale. La Presidente della Fondazione Bracco, che si configura come il maggior sostenitore di questo spettacolo, ha illustrato una parallela iniziativa pedagogico e culturale, che ha visto già coinvolti 13 mila tra docenti e studenti, i quali hanno avuto l’occasione di poter assistere gratuitamente allo spettacolo ed hanno partecipato ai successivi momenti didattici proposti. Il progetto, che ha registrato una presenza media di 500 studenti al giorno, sia degli Istituti Comprensivi di
Elementari e Medie, sia di Istituti Superiori della Regione Lazio, sarà diffuso in futuro alle scuole di tutto il territorio nazionale. Presente all’Auditorium anche la Direttrice dei Musei Vaticani, Dottoressa Barbara Jatta.

“Il genio di Marco Balich nella creazione di spettacoli che regalano emozioni uniche ed il grande impegno socio-culturale della Fondazione Bracco sono due volti del rinnovato slancio del nostro Paese nel settore della cultura, sempre più volano qualificante dell’azione dell’Italia sulla scena internazionale.” Sono state alcune delle parole di saluto rivolte dall’Ambasciatore Sebastiani agli intervenuti allo spettacolo, tra i quali oltre 150 diplomatici stranieri accreditati sia presso la Santa Sede sia presso il Quirinale, che hanno poi proseguito la serata presso la sede di Palazzo Borromeo.


219